mercoledì 4 gennaio 2012

Ho voluto essere pittore

6 commenti:

  1. Certamente!
    A cosa servono altrimenti le ferie?

    RispondiElimina
  2. Mah, forse servono a poltrire? ;-)
    Ad ogni modo: non ci racconti nulla perché non ti è piaciuta?

    RispondiElimina
  3. Mi è piaciuta molto.
    Soprattutto ho veramente apprezzato la sequenza dei 10 lavori che lo portarono al famoso toro stilizzato del 1946. È partito da un vero toro e per eliminazioni successive è arrivato all'idea di toro in una maniera molto "fumettistica" (non so esprimermi meglio!).
    Ma ci sono molte altre opere che mi sono piaciute (compreso il Repas frugal giovanile del 1904).
    La mostra non è forse adatta ad un pubblico molto giovane vista la scabrosità di alcune opere, ma a mio avviso vale sicuramente la pena visitarlo.

    Prima di fare il biglietto conviene informarsi su eventuali sconti (bisogna essere proprio "sfigati" per non cadere in almeno una delle classi di sconto).

    RispondiElimina
  4. può darsi che faccia un salto...

    RispondiElimina
  5. Voleva diventare pittore ed invece è diventato Picasso.

    RispondiElimina